Emergenza coronavirus: è crisi acuta per 225.000 agenti di commercio

giovedì 27 febbraio 2020 13:32:03
FNAARC ha chiesto a Enasarco un accantonamento straordinario per prestazioni assistenziali a favore degli agenti di commercio già colpiti duramente dagli effetti economici del coronavirus.
Una recente dichiarazione del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo - sulla possibilità per gli enti di previdenza privata di prevedere interventi eccezionali ed urgenti a favore dei propri iscritti connessi agli ambiti della loro attività professionale - fa ben sperare sull'accoglimento della richiesta di FNAARC Confcommercio.
INFO: FNAARC Umbria, dott.ssa Cristiana Cavallaro, Tel. 075.506711, c.cavallaro@confcommercio.umbria.it
FNAARC, la Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio aderente a Confcommercio, ha chiesto a Enasarco di destinare il 50% dell’avanzo di bilancio 2019 della Fondazione a prestazioni assistenziali straordinarie, rese necessarie dalla gravissima crisi che sta impattando sul comparto degli oltre 225.000 agenti di commercio italiani.

Tale misura straordinaria, che dovrà essere approvata dai ministeri vigilanti, Welfare ed Economia, permetterebbe di destinare fino a oltre 100 milioni di euro al sostegno della attività falcidiate dal forte rallentamento o blocco di interi comparti commerciali.

La richiesta è stata formalizzata dal Presidente nazionale FNAARC Alberto Petranzan, motivata dalle migliaia di segnalazioni ricevute a seguito della cancellazione o posticipazione sine die di importanti appuntamenti fieristici, cancellazione di innumerevoli appuntamenti commerciali, precipitoso rallentamento del settore turistico ed Horeca, limitazioni agli spostamenti, cancellazione di ordini commerciali.
Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione