Il mercato cinese si apre al mobile umbro

domenica 22 dicembre 2013 17:57:49

Incontro Federmobili – Confcommercio per illustrare alle imprese le opportunità offerte dal Grande Best Mall di Canton, che inaugurerà un superficie di vendita di 10 mila metri quadrat riservata ai mobile made in Italy.

Diecimila metri quadrati di spazio riservati ai mobili e ai complementi di arredo  made in Italy. Un intero piano del Grande Best Mall,  il centro commerciale del settore arredamento e complementi d’arredo che aprirà a breve in Cina a GUANGZHOU (CANTON),  sarà dedicato alle eccellenze  del settore e la prima regione a cui questa opportunità è stata illustrata è l’Umbria, grazie all’ iniziativa di Federmobili-Confcommercio della provincia di Perugia, che ha organizzato un incontro tra imprenditori del commercio e della produzione di mobili e  complementi d’arredo e i responsabili della società italiana incaricata di selezionare le imprese che andranno a  vendere i loro prodotti in questo spazio.
“Una occasione importantissima – ha sottolineato il presidente Federmobili Marco Fantauzzi - perché si va ad operare in un mercato enorme - la sola città di Canton ha 12 milioni di abitanti - e dalla enormi potenzialità, poiché  mobili e arredamento, dopo la moda, sono il settore nel quale il made in Italy è più apprezzato in Cina, in cui sono già distribuiti 50 marchi italiani del settore”.
In un momento in cui i consumi del comparto fanno registrare un fortissimo calo – la media nazionale registra un –35%  - aprirsi ai mercati emergenti, e in particolare a quello cinese, rappresenta una strategia nella quale Federmobili della provincia di Perugia sta investendo con grande attenzione ed impegno.  Proprio grazie a questo impegno gli operatori umbri  hanno avuto la possibilità di essere i primi a conoscere il progetto del Grande Best Mall nel dettaglio  e negli aspetti operativi.
 “La nostra regione – ha detto ancora Fantauzzi – ha del resto sia nel settore del mobile che in quello dei complementi molte eccellenze produttive – penso al distretto di Città di Castello ma anche al tessile di pregio  - a cui con iniziative come questa vogliamo creare nuove prospettive in un mercato internazionale”.

Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione