Tesei, ecco l’ordinanza per contrastare la diffusione del coronavirus

mercoledì 26 febbraio 2020 16:55:57
La presidente della Giunta regionale, Donatella Tesei ha illustrato oggi l'ordinanza relativa ai provvedimenti per il contrasto alla diffusione del coronavirus.
ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE - 26 febbraio 2020

Ecco i punti principali
  • Scuole, università e pubblica amministrazione devono esporre al pubblico le informazioni sulle misure di prevenzione di cui all’allegato 1;
  • Gli ospedali devono limitare il numero di visitatori;
  • Nelle pubbliche amministrazioni e, in particolare nelle strutture sanitarie, devono essere messe a disposizione degli addetti e dei visitatori soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani;
  • I sindaci e le associazioni di categoria devono promuovere la diffusione delle informazioni sulle misure di prevenzione - a questo proposito ecco il volantino del ministero della Salute che indica i comportamenti corretti da tenere per prevenire il diffondersi del virus, che ti invitiamo a scaricare ad esporre nella tua struttura   Dieci comportamenti da seguire 
  • Le aziende di trasporto devono adottare interventi straordinari di pulizia dei mezzi con soluzioni disinfettanti e proseguire con cadenza giornaliera;
  • I viaggi di istruzione, gemellaggio e le visite guidate sono sospese fino al 15 marzo;
  • Nei concorsi si deve rispettare la distanza di sicurezza di circa 1,5 metri.
Vengono poi dettate linee guida che uniformano i comportamenti per chi si trovi a rientrare da zone a rischio contagio.

Chiunque - nel caso di minore l’obbligo è per i genitori - negli ultimi 14 giorni sia stato in Cina o nei comuni italiani dove è stata dimostrata la trasmissione del virus (in Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia e Terranova dei Passerini; in Veneto Vò) deve comunicarlo al Dipartimento di prevenzione della propria Usl; può farlo attraverso il proprio medico di base o il numero verde istituito dalla Regione (800 636363) o ancora il 118.

"Quello che voglio lanciare è un messaggio di ottimismo, ma anche di grande serietà e responsabilità. Questa è una regione - ha ricordato la presidente - che non presenta casi di contagio, ma che è pronta a mettere in campo tutte le misure necessarie, di prevenzione, per il pubblico e il privato, e siamo pronti a intervenire per eventuali criticità che si dovessero presentare".

La presidente Tesi ha anche assicurato che la Giunta sta lavorando a inteventi concreti e a iniziative regionali di supporto alle imprese dannegiate dalla psicosi coronavirus.
Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione